COOKIE:

Utilizziamo tecnologia cookie per rendere più agevole la navigazione sul nostro sito internet.
Per saperne di più, vai a Avvisi legali e di responsabilità . Ho capito, chiudi il messaggio.

150-lady-yoga-pose

A seguito della diagnosi,il medico può consigliare diverse opzioni di trattamento in base alla patologia e allo stile di vita.

ESERCIZIO FISICO1

Indipendentemente da ciò che causa il mal di schiena, l’attività fisica migliora la postura, l’elasticità della colonna vertebrale e spesso allevia dolore e rigidità.3 Il tuo medico o il fisioterapista possono consigliarti di seguire un programma di esercizi volti a rinforzare la colonna vertebrale. Prima di iniziare un programma di esercizi, consulta sempre un medico.

MANIPOLAZIONI1

In caso di dolore persistente, il medico può consigliare un ciclo di terapia fisica presso un fisioterapista , un chiropratico o un osteopata, tutti specialisti nell’analisi della funzionalità e dei movimenti del corpo. La manipolazione può anche essere prescritta come supporto a una terapia farmacologica.

FISIOTERAPIA1

La fisioterapia è utile per ripristinare i movimenti che risultano limitati dal mal di schiena grazie a diversi approcci che includono cicli di esercizi specifici, manipolazioni (come i massaggi) o idroterapia, che prevede l’esecuzione di esercizi finalizzati al miglioramento dei movimenti e al rafforzamento muscolare in una piscina riscaldata. Il fisioterapista può valutare e consigliare un programma di esercizi idoneo.

AGOPUNTURA1

L’agopuntura prevede l’inserimento di aghi molto sottili nella pelle in zone specifiche del corpo.
L'agopuntura agisce inibendo la sensazione di dolore a livello cerebrale e stimolando le endorfine, ormoni prodotti dal corpo per alleviare il dolore.

TERAPIA COMPORTAMENTALE1

La terapia cognitivo comportamentale (CBT) è una tecnica che si prefigge di cambiare i pensieri e gli atteggiamenti negativi trasformandoli in positivi. Può essere usata in associazione ad altre terapie per permettere una migliore gestione degli effetti psicologici correlati al mal di schiena.

FARMACI

Probabilmente hai già provato ad alleviare il dolore con antidolorifici acquistati in farmacia ma, se non hanno avuto l’effetto desiderato, il tuo medico può prescriverne di più specifici o aumentarne il dosaggio.

FARMACI ANTINFIAMMATORI NON STEROIDEI (FANS)1,2

I farmaci antinfiammatori possono alleviare il dolore, l’indolenzimento, l’infiammazione e la rigidità,9 ma provocano effetti collaterali specialmente se assunti per lungo tempo. Insieme al medico potrai valutare se questa tipologia di farmaci è adatta al tuo caso.

ALTRI ANTIDOLORIFICI1

Se gli altri farmaci non riescono ad alleviare il dolore, il medico può prescrivere una famiglia di antidolorifici chiamati oppioidi, che agiscono riducendo i segnali dolorifici inviati dal midollo spinale e altre aree del corpo al cervello. Questi farmaci sono indicati quando il dolore è particolarmente intenso: il medico potrà illustrarti le scelte disponibili e i possibili effetti collaterali, tra cui l’eventualità di una dipendenza da farnaci, prima di
scriverti una ricetta.

STEROIDI2

Se si presentano periodicamente sintomi dolorosi, gli steroidi sono efficaci nell‘alleviare dolore, rigidità e infiammazione e possono essere somministrati tramite iniezione (in una articolazione) o assunti per via orale. Possono provocare effetti collaterali, in particolare se assunti di frequente, e il tuo medico potrà fornirti maggiori informazioni valutandone l’idoneità e la frequenza di utilizzo.

TERAPIE BIOLOGICHE3

I “biologici” sono farmaci che agiscono sul sistema immunitario (le difese naturali dell’organismo) contrastando l’infiammazione concomitante provocata da alcune malattie. Questo tipo di terapie sono in grado di alleviare il dolore e la rigidità con somministrazioni per via iniettiva sottocutanea o intravenosa sotto controllo medico. I farmaci biologici non sono prescrivibili a tutti e possono provocare gravi effetti collaterali. Il tuo medico potrà fornirti maggiori informazioni valutandone l’idoneità alla tua malattia.

ANTIBIOTICI4

Se il medico reputa che il dolore dipende da un’infezione potrà prescrivere un antibiotico. Se l’infezione si sviluppa in una zona vicino alla colonna vertebrale (ad esempio un’infezione renale), il trattamento antibiotico può risultare efficace e alleviare il dolore.

INTERVENTI CHIRURGICI1

La soluzione chirurgica viene normalmente presa in considerazione per problemi specifici della schiena, se il dolore viene provocato da malformazioni congenite o quando altre terapie non hanno sortito l’effetto sperato, con persistenza e aggravamento del dolore. La terapia chirurgica necessita di consulto con uno specialista che valuterà i benefici e i rischi delle diverse opzioni di trattamento.

CONDIVIDI
VERIFICA I SINTOMI

Esistono diversi mal di schiena ed è importante identificarne precocemente la natura per gestirlo in modo corretto. Se hai sofferto di mal di schiena per più di 3 mesi, dovresti compilare il test Verifica i Sintomi affinché tu e il tuo medico possiate capire se si tratta del tipo infiammatorio.

RIFERIMENTI

  1. Airaksinen O, et al. Chapter 4. European guidelines for the management of chronic nonspecific low back pain.
    Eur Spine J. 2006;15(Suppl. 2):S192–S300
  2. Silva JAP, Woolf AD (Eds). Rheumatology in Practice. Chapter 90:506-516
  3. National Institute for Health and Care Excellence (NICE). Adalimumab, etanercept and infliximab for ankylosing spondylitis. May 2008.
  4. Albert HB, et al.Antbiotic treatment in patients with chronic low back pain and vertebral bone edema (Modic type 1 changes): a double-blind randomized clinical controlled trial of efficacy. Eur Spine J. 2013; 22:697-707